Chi siamoObiettiviFeedRicerca avanzataContatti

 

Cerca libro
 
Collane libri:
Carrello 0 prodotti
[Carrello Ebook 0 contenuti]

 
IL CATALOGO
In pubblicazione
Collana Orienti
Collana iSaggi
Collana GrandAngolo
Collana Iride
Collana Afriche
Collana 17x24
Collana Narrativa
Collana SoundCiak
Collana ilMenestrello
Collana Pedagogia
Collana del fare
Fuori collana
All'estero/Abroad
Balcani
Benessere
Diritti umani
Fotografia e arte
Graphic novel
Media
Medio Oriente
Migranti
Poesia
Scuola
Storia
Teatro
PROMOZIONE 3x2
EBOOK PDF
EBOOK EPUB
GLI INIMITABILI
SEGNANIMALI
SEGNAFIABE
DOMINO
PEPERONCINI
PER ACQUISTARE
COME ACQUISTARE
DISTRIBUTORE PROLIBER
LE ATTIVITA'
APPROFONDIMENTI
COMUNICATI STAMPA
AUTORI
ASPIRANTI AUTORI
EXTRA
CLEARedi
LAVORA CON NOI
NEWSLETTER
Iscriviti alla nostra newsletter

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

IMMAGINE

  BRESCIA, CONDANNATO ALL’ERGASTOLO IL PARAMILITARE PARAGA



02/03/2017. È di questa mattina la notizia che il Tribunale di Brescia ha condannato in primo grado all’ergastolo il comandante paramilitare bosniaco Hanefija Prijić, detto Paraga.

Si tratta di una notizia di rilevanza assoluta, che giunge dopo ventiquattro anni dall’eccidio del 29 maggio 1993, allorché Paraga dette l’ordine di uccidere a sangue freddo sulla via che collega Gornji Vakuf con Travnik, la cosiddetta “strada dei diamanti”, i tre volontari italiani Sergio Lana, Fabio Moreni e Guido Puletti. Alla strage scamparono per miracolo, fuggendo disperatamente nei boschi, altri due nostri connazionali, Agostino Zanotti e Christian Penocchio.

Paraga era già stato condannato nel 2001 da una corte bosniaca a 15 anni di reclusione per la strage dei volontari italiani di Gornji Vakuf. Tra i testimoni, faccia a faccia col carnefice, c’erano Zanotti e Penocchio, che riconobbero davanti ai giudici il carnefice dei loro compagni. La pena fu poi ridotta a 13 anni in appello, ma dopo alcuni anni di reclusione il condannato era stato ammesso ai benefici della semilibertà. Paraga era stato successivamente arrestato alla fine di ottobre del 2015 a Dortmund, in Germania, su mandato di arresto internazionale emesso dalla giustizia italiana, ed era stato rapidamente estradato a Brescia, città di residenza delle tre vittime e dei due sopravvissuti.

Vedremo se il condannato ricorrerà in appello contro questa sacrosanta sentenza, che dopo tanti e tanti anni fa almeno un po’ di giustizia.



Stampa questa pagina  

Bookmark and Share   

 
NEWS [ARCHIVIO NEWS]
23/10/17Intervista a Daniele Zanon sul romanzo “Nina nella Grande Guerra”, cento anni dopo Caporetto
23/10/17"Italia.zip", anteprima oggi a Roma
20/10/17Gli incontri di domani, 21 ottobre
20/10/1722 ottobre 1992, a Višegrad va in scena il massacro di Sjeverin
20/10/17Processo Mladić, possibile sentenza di primo grado il 22 novembre
20/10/17"Lungo la Rotta Balcanica", incontro a Staranzano (Go)
19/10/17Nuovo in libreria: "Italia.zip" di Mario Conte e Pierluigi Senatore
18/10/17"Le lune di Avel", completato il crowdfunding!
15/10/1716 ottobre, Giornata mondiale dell’alimentazione
12/10/17Gli incontri oggi
11/10/17Caporetto 1917: fu resa o battaglia?
10/10/1710 ottobre, Giornata Mondiale contro la pena di morte
10/10/17"Le lune di Avel", ancora pochi giorni per partecipare al progetto!
 Tutte le news
PROMOZIONI
1Dania e la neve
2Sisa tsunami
3Come un uomo sulla terra
4In bicicletta lungo la Linea Gotica
5Io e te fra tramonto e alba
6Frank Chamizo. La Rivoluzione della Lotta
7Višegrad
8L’amante Eruttiva dell’uomo senza sorte
9Come un uomo + Canterň le mie canzoni per la strada
I LIBRI PIU' CLICCATI
1Diario da Sarajevo
2Il sogno fasullo
3Vai Razzo, veloce e feroce
4In attesa
5La fuga
6Il Battaglione Bosniaco
7Oro Azzurro
8Burkina Faso
9Rapporto 2015-2016
I LIBRI PIU' VENDUTI
1Rapporto 2015-2016
2Oro Azzurro
3Capitale garantito
4La rana e la pioggia
5Dalla Jugoslavia alle Repubbliche indipendenti
6Eden
7Tutto č vanitŕ
8In attesa
9La Musica č Felicitŕ
Copyright © 2017 Infinito edizioni S.r.l. P.I. 9582871001 | Realizzazione Siti MarcoMedi@ Privacy